AIUTACI A CONDIVIDERE

gatto come regalo per nataleCi associamo al monito dell’Enpa (Ente nazionale protezioni animali) riguardo le imminenti festività natalizie. I regali sotto l’albero sono sempre ben accetti, purché si dia loro il giusto valore. Se questo semplice principio vale per gli oggetti, figuriamo per gli esseri viventi, in particolare per quelli che difficilmente riescono a salvarsi dall’egoismo e dalla cattiveria degli umani.

Si legge sul sito dell’Enpa:

La prima regola d’oro da seguire è quella di non donare cani, gatti o altri pet a Natale: molti di quelli regalati a Natale finiscono poi per essere abbandonati a giugno. Se proprio si vuole prendere con sé un animale, è indispensabile essere consapevoli che dovrà essere coccolato e accudito per tutta la vita. Troppo spesso accade che, una volta esaurito l’entusiasmo iniziale per il nuovo amico, esso finisca per essere percepito come un peso e venga quindi abbandonato Invece, aprire la propria casa a un animale significa essere consapevoli che il pet ha bisogno delle nostre cure per sempre. A chi volesse “fare il grande passo” e sperimentare l’amore incondizionato che un pet riesce a dare, l’Enpa raccomanda di non acquistarlo in negozio, ma di rivolgersi ai canili e alle altre strutture di ricovero, dove molti “trovatelli” attendono una famiglia che li adotti e li riempia di affetto.

Questo è un monito, che bisogna, purtroppo, ricordare in determinate ricorrenze: se si entrasse nell’ottica che un pet è un essere vivente, per il quale bisogna garantire impegno, sacrificio ed una certa disponibilità economica per i suoi bisogni, si potrebbe diventare più responsabili in fatto di regali.