AIUTACI A CONDIVIDERE

APTOPIX Two Faced Cat

La Natura sa essere davvero straordinaria con le sue creature, tanto da renderle uniche nella loro specie. Vogliamo parlarvi di Frankenlouie di Worcester, un micio davvero speciale, perché nato con due facce, ecco perché aveva un doppio nome. Per molti la sua era solo una deformazione fisica, che lo rendeva orripilante, ma per altri Frankenlouie era un gatto che si distingueva da tutti gli altri.

Frankenlouie era di razza ragdoll, ma molto pregiato, perché era un esemplare di gatto Giano (e Giano era la divinità romana degli inizi, raffigurata con due volti perché capace di guardare il passato e il presente). Questo micio speciale aveva due bocche, due nasi e tre occhi e nel 2012 era entrato nel Guinness dei Primati perché è stato il più longevo della sua specie, nessun gatto bifronte è mai sopravvissuto così a lungo, in quanto malattie genetiche così gravi spesso comportano problemi gravi all’organismo. Leslie Lyons, del dipartimento di medicina e chirurgia veterinaria della University of Missouri ed esperta di genetica felina, ha spiegato che “il meccanismo che produce una simile anomalia non è ben conosciuto, ma sappiamo che c’è una serie di mutazioni che potrebbe produrla”.

Marty Stevens, che lavorava in una scuola di veterinaria, ha addottato Frankenlouie, quando aveva solo un giorno di vita, sottraendolo prima alla mamma, che l’avrebbe o abbandonato o ucciso per non indebolire la specie, e poi all’eutanasia. Frankenlouie è morto pochi giorni fa, molto probabilmente di cancro, come hanno spiegato i veterinari, lasciando un grande vuoto nel cuore della sua amica umana, la quale ha promesso, però, di adottare un altro gatto “Giano” bisognoso di amore e coccole.